MOSAICI, LA ROMA MEDIEVALE

Una panoramica sulla produzione e il significato delle più importanti decorazioni a mosaico di Roma.

A cura della Dott.ssa Maria Letizia Bruschi.

10,00 €

Conversazione

Rinnovamento Carolingio
Per partecipare, compila il Form di iscrizione ed effettua il pagamento.

PAGAMENTO CONVERSAZIONE: MOSAICI, LA ROMA MEDIEVALE

Tra i più antichi mosaici, i pannelli laterali della navata in Santa Maria Maggiore e il suo arco trionfale, le affascinanti icone frontali del VI secolo nella Basilica di Santi Cosma e Damiano, o le isolate figure in Santa Agnese. Il periodo del rinnovamento Carolingio operato sotto papa Pasquale I nella Basiche di Santa Passede, Santa Cecilia, Santa Maria in Domnica, con restauro di antichissime basiliche. Lo sviluppo in senso naturalistico della rappresentazione della figura umana di epoca più tarda,  quando le timide conquiste della riproduzione tridimensionale fanno il loro ingresso. Altre iconografie invece furono prese a prestito da modelli più antichi e riutilizzati in epoche fuori contesto, come a San Clemente superiore. Alcuni di essi sono straordinari e perfettamente conservati  ancora oggi. Ed infine i mosaici più tardi, molto più complessi, da quelli dell’abside di San Paolo fuori le mura di Onorio III, a quelli di Jacopo Torriti in Santa Maria Maggiore e San Giovanni in Laterano, al Cavallini in Santa Maria in Trastevere, coronato nell’abside da uno dei più splendenti e meravigliosi mosaici d’oro che conserviamo.